Alertswiss Navigation

L’immagine mostra un magazzino a camere alte della ditta Alloga AG a Burgdorf.
24 novembre 2017

Preparati in caso d’emergenza grazie alle pianificazioni preventive

Nella previdenza per la vecchiaia i singoli sono chiamati ad assumersi le proprie responsabilità alla stessa stregua della società e dello Stato. Lo stesso vale anche nella protezione da catastrofi e situazioni d’emergenza, dove occorre fare opera di prevenzione a tutti i livelli, scrive il sostituto direttore dell’Ufficio federale della protezione della popolazione (UFPP) Christoph Flury nell’editoriale della rivista “Protezione della popolazione” n. 29/2017.

Dossier: Pianificazioni preventive

Pianificazioni preventive delle autorità

Il dossier della rivista è dedicato alle pianificazioni preventive elaborate dalle autorità; quindi non alla prevenzione individuale, ossia a come la popolazione può prepararsi a un’eventuale catastrofe con piani e scorte d’emergenza. Gli autori della rivista presentano alcuni esempi per spiegare come la Confederazione, i Cantoni e i Comuni elaborano pianificazioni preventive. Queste ultime acquisiscono un’importanza sempre maggiore in una società globalizzata che presenta pericoli complessi e in costante evoluzione.

L’immagine mostra una sala conferenze affollata.
Alle conferenze dei direttori dello stato maggiore federale vengono prese decisioni importanti per le pianificazioni preventive della Confederazione.

Uffici federali e stati maggiori federali

In un primo articolo, il capo dell’Ufficio pianificazione preventiva presso l’UFPP Stefano Bruno descrive l’impegno profuso a livello nazionale nel settore della protezione della popolazione da vari uffici federali, che elaborano pianificazioni preventive nazionali, e dallo Stato maggiore federale. Terremoto, pandemia o incidente in una centrale nucleare: per ogni scenario gli uffici federali e lo Stato maggiore federale elaborano pianificazioni preventive. I 33 scenari inseriti dall’UFPP nel catalogo dei pericoli nel 2015 costituiscono la base per questi lavori.

Piano di evacuazione dei Cantoni Soletta e Argovia

In un altro articolo, il responsabile della prevenzione delle catastrofi nel Canton Soletta Rudolf Junker e lo specialista in prevenzione delle catastrofi nel Canton Argovia Thomas Aldrian presentano lo stato dei lavori per un piano comune per l’evacuazione e la comunicazione d’emergenza in caso di eventi straordinari. Il piano di evacuazione si applica a vari scenari e può essere adottato anche da altri Cantoni.
Nell’immagine, un cartello stradale indica verso un punto di raduno per le emergenze. I Cantoni di Argovia e Soletta, che ospitano centrali nucleari, stanno elaborando un concetto comune per l’evacuazione e la comunicazione d’emergenza in caso di eventi straordinari. I punti di raduno per le emergenze sono concepiti come punti di confluenza per le persone minacciate.

Approvvigionamento economico del Paese

Il delegato all’approvvigionamento economico del Paese Werner Meier informa sulla revisione totale della Legge sull’approvvigionamento del Paese (LAP). La Confederazione e i Cantoni intervengono solo quando l’economia è in difficoltà. L’approvvigionamento economico del Paese è sempre garantito dalla stretta collaborazione tra Stato ed economia privata.

L’esempio della fornitura di agenti terapeutici

L’ultimo articolo del dossier illustra l’interazione tra Stato ed economia nel campo dell’approvvigionamento economico del Paese, che deve assicurare, tra l’altro, anche la disponibilità degli agenti terapeutici. In previsione di una penuria la mano pubblica e l’industria sono chiamate ad attivarsi in modo congiunto. In questo campo si costata anche che la globalizzazione ha infragilito la catena d’approvvigionamento.

Primo piano: il segretario generale della CSP Stefan Häusler

Come da tradizione, la rivista presenta un personaggio e il suo operato in materia di protezione della popolazione tramite un’intervista. È la volta del segretario generale della Coordinazione svizzera dei pompieri (CSP) Stefan Häusler. Pur ritenendo giusto e fondamentale che il settore dei pompieri rimanga di competenza dei Cantoni, Häusler segnala la necessità di armonizzarlo. Inoltre, svela quali sono le sue precauzioni quando pernotta in un albergo.

Altri punti salienti

Il n. 29/2017 della rivista contiene anche una lunga serie di altri articoli interessanti, tra cui due contributi sugli interventi a Bondo (GR) e a Zofingen (AG) e due contributi sull’esercitazione d’emergenza generale 2017, di cui uno tratta dell’esercizio di evacuazione del Canton Berna. Infine il caricaturista Vincent L’Épée ritrae il tema del dossier dal suo punto di vista, con il leggero tocco di umorismo che lo caratterizza.

L’ultimo numero della rivista è disponibile qui.

 

Condividi post:

Scrivete un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubbilato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un *