6 febbraio 2018

Dal prossimo autunno allarme anche su Alertswiss

L’allarme tramite sirene e l’informazione via radio sono gli elementi centrali dell’attuale sistema per dare l’allarme alla popolazione in Svizzera. L’Ufficio federale della protezione della popolazione (UFPP) sta lavorando, in collaborazione con i partner della protezione della popolazione, allo sviluppo ulteriore del sistema al fine di ampliarlo e adeguarlo alle esigenze attuali. Dall’autunno 2018 l’allarme sarà diffuso anche tramite i canali Alertswiss.

Nuovi canali per dare l’allarme alla popolazione

La Svizzera dispone di una fitta rete di sirene che permette di dare l’allarme alla popolazione in caso di minaccia. All’allarme emesso dalle sirene segue la diffusione via radio di informazioni complementari e istruzioni sul comportamento da adottare. Questo sistema si è sempre dimostrato valido. Negli ultimi decenni però, complici gli sviluppi nell’ambito delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione, le abitudini della popolazione nell’uso dei media sono molto cambiate. I portali di notizie online e i social media sono sempre più usati, e per i più gli smartphone fanno ormai parte della quotidianità.

In caso di catastrofe è particolarmente importante raggiungere rapidamente e in modo mirato la popolazione minacciata. Per le autorità ciò significa che i comunicati d’allarme e d’allerta e le informazioni importanti come le istruzioni sul comportamento devono essere diffuse tramite i canali usati quotidianamente dalla popolazione.

I nuovi media offrono inoltre la possibilità di dare l’allarme e informare in modo più differenziato. I messaggi concernenti un evento sono divisi nelle seguenti categorie: allarme, allerta e informazione. Per le competenti autorità è così possibile trasmettere rapidamente e in modo mirato informazioni importanti e istruzioni sul comportamento anche in caso di eventi minori.

Alertswiss Push
Dall’autunno 2018, oltre alle informazioni sulla preparazione alle emergenze, su Alertswiss verranno diffuse anche informazioni sugli eventi. Concretamente ciò significa che in caso d’evento la popolazione può essere informata tramite l’App e il sito Alertswiss.

Alertswiss: la piattaforma per l’informazione in caso di pericolo

Dal suo lancio nel 2015, sulla piattaforma Alertswiss gestita dall’UFPP confluiscono tutte le informazioni importanti sulla preparazione alle emergenze e sul comportamento da adottare. Le informazioni sulla preparazione alle emergenze comprendono informazioni utili sui maggiori pericoli, raccomandazioni sul comportamento da adottare in caso di pericolo e un piano d’emergenza. Dall’autunno del 2018 saranno diffusi tramite Alertswiss anche gli allarmi e le informazioni su pericoli imminenti. In futuro quindi, in situazioni di pericolo la popolazione riceverà i comunicati d’allarme e le informazioni del caso anche tramite l’App e il sito Alertswiss. L’attuale sistema d’allarme tramite sirene e d’informazione via radio viene mantenuto.

« Cette nouvelle plate-forme, née d’une excellente collaboration entre les cantons et l’OFPP, fait tomber les murs qui ralentissaient la diffusion efficace de l’information, entre eux et vers la population en cas de danger. »

Sgt Pierre-Alain Moll, Police Cantonale Vaudoise

 

«Restare informati, essere sicuri»

I nuovi servizi offerti dall’App di Alertswiss permettono alla popolazione di farsi trasmettere l’allarme e le informazioni in caso d’evento tramite messaggi push. La diffusione dell’allarme e dell’informazione in caso d’evento via App offre molte possibilità: informazioni dettagliate sull’evento, il luogo, le conseguenze e le istruzioni sul comportamento da adottare possono essere trasmesse in modo mirato e pratico per gli utenti. Grazie alla grande capacità dei canali di dati e all’allacciamento al WLAN sarà possibile dare l’allarme e diffondere informazioni persino in caso di reti mobili sovraccariche. Parallelamente ai comunicati nell’App, le informazioni sull’evento verranno pubblicate anche nel sito Alertswiss.

Grazie ad un’architettura flessibile, in futuro sarà possibile integrare nel sistema d’allarme altri canali d’informazione. In un passo successivo è prevista la diffusione dell’allarme e delle informazioni sull’evento anche tramite altri canali di uso quotidiano. Nell’ambito di questa strategia multicanale è ad esempio in esame l’uso dei pannelli informativi in luoghi pubblici, dei social media e di ulteriori App.

Strategia multicanale
I comunicati delle autorità concernenti l’evento vengono inseriti nel sistema di telecomando delle sirene «Polyalert», che debitamente sviluppato sarà il sistema centrale per l’allarme e l’informazione in caso d’evento. Il sistema è flessibile e può essere ampliato con ulteriori canali.

Fase pilota conclusa con successo

Da settembre 2017 i nuovi servizi vengono intensivamente testati. In una prima fase, i sistemi sviluppati sono stati esaminati a fondo da membri delle organizzazioni d’intervento e di organi di condotta di dieci cantoni. Grazie alla stretta collaborazione tra Confederazione e Cantoni, le diverse esigenze poste al processo d’allarme da tutte le organizzazioni coinvolte hanno potuto confluire nei lavori di sviluppo sin dal princpio. Questo è sicuramente uno dei motivi per cui i riscontri dei partecipanti sono stati molto positivi.

« Alertswiss l’alarme à la population fait un pas important vers le monde connecté ! »

Claude-Alain Roch, Organisation Cantonale de Conduite du Valais

 

In una seconda fase, la cerchia dei partecipanti è stata ampliata. L’UFPP ha svolto tra l’altro numerosi workshop con rappresentanti delle organizzazioni per disabili. Grazie alla successiva fase pilota con il coinvolgimento di persone audiolese e ipovedenti, in futuro sarà possibile tenere maggiormente conto delle esigenze di persone che finora non erano raggiunte dall’allarme o lo erano solo in parte. Attualmente gli insegnamenti tratti dalla fase pilota vengono implementati in Alertswiss.

workshop con le organizzazioni per disabili.
Per garantire l’assenza di barriere, si sono svolti dei workshop con le organizzazioni per disabili.

« Für Menschen mit einem Hörproblem ist der Sirenenalarm nicht immer wahrnehmbar. Die neue App bietet den Smartphone Nutzern unter uns mehr Sicherheit. »

Victor Senn, pro audito schweiz

Beta user

A inizio estate, potenziali utenti avranno la possibilità di testare i nuovi servizi offerti. Stiamo ancora cercando persone interessate (beta-user). Ulteriori informazioni in merito saranno pubblicate nelle prossime settimane qui sul blog e sui canali social-media di Alertswiss.

Restate informati

Le informazioni sul comportamento corretto da adottare in caso di pericolo sono ora pubblicate anche in Facebook. Linkateci e restate informati. Oppure abbonatevi al blog di Alertswiss: riceverete così regolarmente i blog più recenti via e-mail.

In montagna sono caduti metri di neve. Ma a cosa occorre prestare attenzione in caso di forti nevicate?

Gepostet von Alertswiss am Donnerstag, 1. Februar 2018

 

Schlagwörter: , ,

Condividi post:

Scrivete un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubbilato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un *