Alertswiss Navigation

Keystone
1 dicembre 2017

Conoscere i pericoli: forti nevicate

Quali sono i pericoli che minacciano la popolazione svizzera? Quale dinamica avrebbe un grave sinistro nel nostro Paese? Quali sarebbero le conseguenze per la popolazione, l’ambiente, l’economia e la società? E che cosa si può fare per proteggersi al meglio?

Con l’analisi nazionale dei rischi relativi a catastrofi e situazioni d’emergenza in Svizzera, l’Ufficio federale della protezione della popolazione (UFPP) crea le basi per la pianificazione preventiva e la preparazione in vista di eventi maggiori. Per ogni pericolo analizzato viene definito uno scenario di riferimento. L’UFPP riesce così a dare delle risposte scientificamente fondate e avvalorate alle domande poste sopra. Nel blog di Alertswiss si trovano regolarmente informazioni sui risultati delle analisi dei rischi.

Anche se in Svizzera non tutti gli inverni sono accompagnati da forti nevicate, grandi quantità di neve fresca possono diventare un problema su scala nazionale e avere gravi conseguenze per la popolazione e le infrastrutture. Queste conseguenze possono colpire le linee elettriche aree, ma anche i trasporti stradali e ferroviari, gli edifici, l’approvvigionamento alimentare e molti altri settori. Lo scenario scelto nell’analisi dei pericoli è poco probabile in Svizzera, ma rimane ipotizzabile. L’UFPP annovera pertanto le forti nevicate tra i pericoli più rilevanti per la protezione della popolazione svizzera.

Di cosa si tratta?

Le forti nevicate causano perturbazioni al traffico viario, ferroviario e aereo. Soprattutto nelle regioni di montagna, in caso di intense nevicate di lunga durata vengono chiuse strade e linee ferroviarie. In alte montagna aumenta il pericolo di valanghe, che porta anch’esso alla chiusura di strade e ferrovie. Se le forti nevicate si susseguono, il peso della neve può diventare ingente anche in pianura, arrecando danni agli edifici e caduta di masse nevose dai tetti. In Svizzera, le nevicate intense sono un fenomeno molto conosciuto soprattutto nella regione alpina.

Esempi di eventi

Scenario di riferimento: possibile evoluzione degli eventi in caso di forti nevicate

In un inverno già particolarmente nevoso, in febbraio nevica copiosamente per tre giorni consecutivi a causa della cattiva situazione meteo. Sull’Altipiano sono già caduti circa 30 cm di neve e in tre giorni il manto nevoso cresce fino a oltre un metro. Le nevicate sono accompagnate da forti venti, che creano dei cumuli di neve in diversi luoghi.

Anche se le squadre addette allo sgombero della neve lavorano senza sosta, lo stato delle strade e delle linee ferroviarie peggiora velocemente. Ben presto bisogna rinunciare allo sgombero delle strade secondarie e persino diversi tratti autostradali rimangono percorribili solo su una sola corsia.

L’inasprimento della situazione richiede la mobilitazione di un numero crescente di stati maggiori di condotta comunali e cantonali. Sebbene gli stati maggiori di condotta cantonali chiedano prontamente aiuto all’esercito per lo sgombero della neve, due giorni dopo l’inizio delle nevicate il traffico subisce una paralisi. Migliaia di persone, rimaste bloccate nei loro veicoli, devono essere tratte in salvo dai soccorritori. Si devono preparare impianti di protezione civile e palestre per accogliere gli evacuati.

Il grande peso della neve, ma anche la caduta di alberi provocano danni alle linee elettriche e telefoniche aeree, causando dei blackout locali e crolli della telefonia fissa.

Le nevicate persistenti e le cattive condizioni meteo ostacolano il lavoro delle squadre d’intervento. Molti luoghi non sono più raggiungibili, o solo con grosse difficoltà, dalla polizia, dai pompieri e dalle unità sanitarie.

Già dopo due giorni, le forti nevicate causano grossi disagi all’approvvigionamento di beni. Molte merci non possono essere consegnate in tempo e in quantità sufficiente. Ne consegue un’incetta di prodotti, soprattutto nei negozi di alimentari, che aggrava ulteriormente la situazione.

Dopo tre giorni, le forti nevicate cessano gradualmente per l’arrivo di una zona di alta pressione. Ma visto che nei giorni successivi le temperature rimangono sotto lo zero, la situazione migliora solo lentamente. Molte strade rimangono bloccate, diverse linee elettriche rimangono interrotte e molti edifici a rischio di crollo. Le squadre di sgombero avanzano però rapidamente e si inizia a riparare le linee elettriche e telefoniche danneggiate. Circa tre giorni dopo la fine delle nevicate, quasi tutte le linee danneggiate sono riparate, almeno provvisoriamente.

Scenario di riferimento: possibili conseguenze

Le forti nevicate causano inizialmente un numero maggiore di incidenti stradali. Molte persone rimangono ferite o devono essere evacuate dai loro veicoli bloccati per salvarle dall’ipotermia. I tetti degli edifici rischiano di crollare sotto il peso della neve e potrebbero ferire delle persone. Le cattive condizioni delle strade ostacolano i soccorsi medici e il trasporto dei feriti. A causa della scarsa visibilità non è possibile impiegare elicotteri per salvare persone.

Le forti nevicate descritte nello scenario di riferimento hanno ripercussioni dirette anche sull’economia locale. Oltre ai danni ad edifici e infrastrutture e alle interruzioni locali di corrente, si accusano soprattutto mancate forniture di merci nonché difficoltà o arresti di produzione per assenza di personale. Queste circostanze ostacolano la fornitura di beni di prima necessità e di alimenti.

Il traffico stradale, ferroviario e aereo è molto limitato durante le nevicate. Non è sempre possibile tenere sgombre le strade e le autostrade. Vengono cancellati diversi treni. E molti passeggeri rimangono a terra negli aeroporti per la cancellazione di numerosi voli.

Le masse nevose pongono problemi anche per l’approvvigionamento di corrente. Le linee elettriche e telefoniche potrebbero crollare sotto il peso della neve e causare interruzioni di corrente e crolli della telefonia fissa.

Per le nevicate ipotizzate dallo scenario si stimano danni materiali per complessivamente 200 milioni di franchi.

Valutazione del rischio e confronto con altri rischi

La probabilità d’insorgenza dello scenario descritto può essere stimata in modo abbastanza preciso sulla base dei valori empirici degli ultimi decenni. Un tale scenario di grande entità è di principio ipotizzabile in Svizzera, ma poco probabile. Secondo l’analisi nazionale dei pericoli dell’UFPP, forti nevicate in molte parti dell’Altipiano avrebbero pressappoco le stesse conseguenze finanziarie di un’ondata di freddo e la stessa probabilità d’insorgenza di un incidente in un impianto chimico o di un’epizoozia.

Prevenzione e istruzioni di comportamento: che cosa può fare il singolo cittadino?

Anche se gli eventi descritti nello scenario di riferimento si verificano raramente in Svizzera, è importante sapere come comportarsi in caso d’evento. In caso di forti nevicate valgono fondamentalmente le seguenti regole di comportamento:

  • Tenere la distanza da alberi e tetti per il pericolo di caduta di rami, alberi e di neve dai tetti delle case
  • Rimanere a casa in caso di pericolo di valanghe e chiudere le persiane a monte e laterali
  • Informarsi sull’evoluzione della situazione e seguire le istruzioni delle autorità locali

A seconda dell’intensità delle nevicate, potrebbero essere emanate ulteriori istruzioni di comportamento. Si devono quindi sempre seguire le istruzioni delle autorità e delle forze d’intervento che vengono trasmesse alla radio.

Pronti per qualsiasi evenienza

È importante seguire le raccomandazioni concernenti le scorte e la farmacia d’emergenza e i preparativi per l’alloggio e il bagaglio di fortuna riportate nel piano d’emergenza Alertswiss

Ulteriori informazioni

  • Informazioni più esaustive in merito all’argomento trattato in questo articolo del blog si trovano nel Dossier sui pericoli in caso di forti nevicate.
  • Informazioni su altri tipi di pericoli si trovano nella rubrica Conoscere i pericoli.
  • Ulteriori informazioni sul comportamento da adottare in caso di nevicate, gelo e strade sdrucciolevoli si trovano nel Portale pericoli naturali, che pubblica anche la situazione attuale e le allerte.
  • Informazioni sulla situazione meteorologica e la classificazione attuale della situazione si trovano nel sito di MeteoSvizzera.

 

Condividi post:

Scrivete un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubbilato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un *