Alertswiss Navigation

Formular wird ausgefüllt.
3 agosto 2017

Risultati del sondaggio su Alertswiss

Da febbraio a marzo 2017 è stato condotto un sondaggio tra gli utenti di Alertswiss. In base ad alcune semplici domande sono state rilevate le opinioni, le esigenze e le aspettative degli utenti al fine di migliorare l’offerta di questi canali informativi.
Al sondaggio hanno partecipato 202 persone. Circa la metà di esse utilizzava l’offerta Alertswiss già da oltre un anno. Considerato il numero relativamente limitato di partecipanti, i risultati del sondaggio non sono rappresentativi, ma sono comunque interessanti in relazione alle misure di adattamento di Alertswiss già attuate o pianificate.

Grande interesse per i preparativi personali

In quali aree del sito web vorrebbe più informazioni?

Grafico a torta con i risultati del sondaggio Alertswiss

La maggior parte delle persone intervistate, ossia il 63%, sarebbe interessata a maggiori informazioni sulla preparazione individuale. Secondo gli intervistati, i settori «Conoscere i pericoli», «Reagire correttamente in caso di pericolo» e «Piano d’emergenza» dovrebbero essere ampliati.

  • A complemento delle informazioni sui pericoli, nel blog di Alertswiss vengono re-golarmente trattati in modo approfondito dei pericoli scelti (vedi rubrica «Conoscere i pericoli»). In questa rubrica sono inoltre previste ulteriori descrizioni di singoli pericoli.
  • Nella rubrica «Reagire correttamente in caso di pericolo» sono state aggiunte in-formazioni sull’allarme e sulle raccomandazioni generali di comportamento, che saranno presto disponibili anche nell’App.

Tuttavia, troppi contenuti possono andare a scapito della semplicità e della visione d’insieme. Alertswiss deve continuare a fungere principalmente da piattaforma che offre informazioni sulla preparazione individuale e sul comportamento da adottare in caso catastrofi e situazioni d’emergenza.

App molto apprezzata

Quali canali Alertswiss usa?
Grafico a torta con i risultati del sondaggio Alertswiss

Dal sondaggio emerge che gli utenti utilizzano soprattutto l’app. Circa il 37,1% degli utenti la preferisce infatti alle altre offerte di Alertswiss, seguita dal sito web (21,9%) e da Twitter (16,5%), mentre il 10,5% degli utenti prediligono il blog e la social wall.

Esigenze per lo sviluppo ulteriore

Quali offerte doveremmo ampliare?

Grafico a torta con i risultati del sondaggio Alertswiss

Altrettanto grande è la richiesta di ampliamento dell’app. Alcuni utenti lamentano inoltre la mancanza di servizi d’allarme.

  • Dal 2018 l’offerta di Alertswiss sarà ampliata con comunicati d’allarme e informazioni sull’evento.

Alertswiss conosciuto soprattutto attraverso i media sociali

Come Lei è venuto a conoscenza di Alertswiss?

Grafico a torta con i risultati del sondaggio Alertswiss

Il sondaggio mostra che molti utenti sono venuti a conoscenza di Alertswiss per mo-tivi professionali (45,2%). Altri ne hanno scoperto l’esistenza tramite i social media (19,2%), i media tradizionali (17,4%) o i motori di ricerca (6.4%).

Che cosa è cambiato dal lancio di Alertswiss?

  • Da fine maggio il sito web e l’app di Alertswiss sono disponibili anche in inglese. Questo ampliamento permette anche alla popolazione anglofona residente in Svizzera di informarsi in merito ai possibili pericoli e ai preparativi personali da adottare.
  • La rubrica «Reagire correttamente in caso di pericolo» è stata rielaborata e presenta ora anche informazioni sull’allarme della popolazione in Svizzera.
  • Per completare le informazioni della rubrica «Conoscere i pericoli», nel blog è stata avviata una serie di articoli sul tema.

Prospettiva

  • L’offerta della rubrica «Conoscere i pericoli» sarà ampliato con i pericoli: «Attacco informatico», «Siccità» e «Maltempo».
  • In futuro, si terrà conto anche nel blog dell’esigenza di maggiori informazioni sui preparativi individuali in vista di catastrofi e situazioni d’emergenza.
  • In futuro, sui canali di Alertswiss saranno pubblicati anche i comunicati d’allarme e le informazioni relative agli eventi; l’UFPP sta lavorando a stretto contatto con i cantoni e altri specialisti per sviluppare ulteriormente l’offerta. Nel 2018 saranno diffusi tramite il sito e l’app di Alertswiss anche i comunicati d’allarme e le informazioni sull’evento.Per fine 2017 è prevista una prova pilota.

Non hai partecipato al sondaggio e vorresti comunicarci la tua opinione in merito ad Alertswiss o darci dei suggerimenti? Basta compilare il modulo di contatto.

 

Condividi post:

Scrivete un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubbilato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un *