18 Ottobre 2019

Ondate di caldo, grandi incendi e inquinamento dell’acqua potabile

Da un anno le autorità allertano e informano la popolazione svizzera non solo tramite le sirene e la radio, ma anche tramite Alertswiss. Ripercorriamo questo primo anno con una breve rassegna di eventi ed esperienze e con un «tour» attraverso la Svizzera.

Il 18 ottobre 2018, l’Ufficio federale della protezione della popolazione (UFPP) ha presentato al pubblico, insieme ai Cantoni, l’ulteriore sviluppo dell’app e del sito web Alertswiss. L’applicazione Alertswiss è stata scaricata più di 450’000 volte.

Ondate di caldo, grandi incendi e inquinamento dell’acqua potabile

Con l’integrazione nel sistema di allarme e d’informazione dei canali Alertswiss, dall’autunno scorso la popolazione viene allertata e informata sugli eventi direttamente con notifiche push. Finora sono circa 160 i comunicati diffusi dalle autorità cantonali e dalla Centrale nazionale d’allarme (CENAL) tramite Alertswiss.

  • Quando durante la notte è scoppiato un incendio con un forte sviluppo di fumo, la popolazione è stata allertata e invitata a chiudere le finestre.
  • Nel corso dell’estate, diversi Cantoni hanno dato l’allarme canicola e diffuso raccomandazioni sul comportamento da adottare.
  • Durante i voli annuali di misurazione della radioattività, la CENAL ha informato sulle emissioni foniche.
  • La popolazione è stata informata varie volte anche in vista di grandi manifestazioni che avrebbero potuto causare disagi al traffico. Le autorità hanno raccomandato di aggirare a largo raggio l’area interessata tramite comunicati sulle strade sbarrate.
  • Gli abitanti dei comuni nella regione di Liestal, nel Canton Basilea-Campagna, sono stati informati per diversi giorni tramite Alertswiss sull’inquinamento dell’acqua potabile finché l’approvvigionamento non è stato ripristinato.

Prova delle sirene con Alertswiss

In occasione della prova delle sirene del 6 febbraio 2019 non sono state testate solo le sirene. Per la prima volta sono stati diffusi anche comunicati di prova tramite Alerswiss. Bilancio: hanno funzionato perfettamente non solo le sirene, ma anche l’allarme tramite Alertswiss.

Nuovo test push

Dall’ultimo aggiornamento di agosto, gli utenti dell’app possono verificare se il loro dispositivo è configurato correttamente per ricevere notifiche push. La nuova funzione può essere testata nelle impostazioni dell’app.

Scambio di informazioni tra Confederazione e Cantoni

L’allertamento e l’informazione della popolazione sono compiti complessi che richiedono una stretta collaborazione tra la Confederazione e le autorità cantonali competenti. Di regola, l’allarme viene diffuso dalla centrale operativa della polizia cantonale. A livello federale, la Centrale nazionale d’allarme (CENAL), subordinata all’Ufficio federale della protezione della popolazione (UFPP), può diffondere comunicati d’allarme e altre informazioni.

Scambio tra l’UFPP e gli specialisti cantonali dell’allertamento nella Svizzera occidentale

Da diversi anni l’UFPP organizza un «Tour de Suisse», una serie di incontri annuali per lo scambio di informazioni tra specialisti federali e cantonali nel campo dell’allertamento. Quest’anno, oltre alle sirene, gli specialisti si sono occupati anche di Alertswiss.

Prospettive

L’UFPP sta valutando quali altri canali potrebbero essere aggiunti al sistema d’allarme nell’ambito dello studio «Ulteriore sviluppo dei canali d’allarme» al fine di allertare e informare ancora meglio e in modo più esaustivo la popolazione in caso d’evento. Lo studio esamina, ad esempio, la diffusione dell’allarme tramite ulteriori app e piattaforme online, l’utilizzazione del segnale satellitare GPS (GNSS) e le interfacce con i sistemi esistenti. L’attuazione tecnica inizierà nel 2020.

Lavoro di squadra per la sicurezza della popolazione

Chi c’è dietro Alertswiss? Gettiamo uno sguardo dietro le quinte.

Scaricate l’app

Sapere come agire in caso di catastrofe può salvare vite umane. Scaricate ora l’app Alertswiss e siate sempre preparati alle catastrofi!

L’app Alertswiss è disponibile, gratuitamente, per iOS e Android.

 

Condividi post:

Scrivete un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubbilato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un *